Crea sito

La dieta dell’acqua per dimagrire

acqua-dimagrire

Bere acqua per dimagrire, è una delle affermazioni che spesso ritrovo, e questo è dovuto al processo di elaborazione personale delle raccomandazioni che da sempre sono fatte per il benessere in generale cioè assumere più liquidi e in particolar modo acqua.

Quando si prescrive un piano dietetico si inserisce fra le raccomandazione il bere almeno tot litri di acqua, quando si legge una dieta da qualsiasi rivista di gossip si vede la presenza di bicchieri di acqua prima di colazione, prima dei pasti, prima di andare a letto, ecc…

Ecco oggi cerchiamo di andare al nocciolo della situazione in modo scientifico e razionale.

Partiamo dalla domanda effettiva, il voler dimagrire

Innanzitutto bisogna lavorare sul mindset e capire che non è nell’acqua (o meglio non è solo nell’acqua) che risiede la risposta a questa domanda.

Le regole per dimagrire

Il dimagrimento è un processo che presuppone alcune semplici regole elementari come ad esempio: mangiare meno, consumare di più, lavorare sulla percentuale di massa grassa/magra, adottare uno stile di vita attivo e salutare e riposare.

Ovviamente dalle strategie elementari appena riportate sopra sono da escludere i soggetti che hanno problematiche ormonali e metaboliche che necessitano di un indagine diagnostica e di un protocollo clinico ben definito.

Ma torniamo a noi e vediamo in quale modo poter utilizzare l’acqua come alleata in una strategia volta al dimagrimento e come questa può aiutarci.

Come sempre quello che dico e scrivo è un input a darvi una chiave per accedere al concetto che si cela dietro un consiglio come in questo caso di assumere più acqua.

Solo la consapevolezza e la conoscenza può capitalizzare il vostro obiettivo di salute e longevità sul lungo periodo.

Volendo cercare i motivi per la scelta “acquatica” ne ho individuati 4 e li vediamo qui.

  • Uno: l’acqua in una condizione di riduzione calorica con relativa comparsa del senso di fame, dona un senso di sazietà andando fisicamente a riempire lo stomaco in maniera rapida.
  • Due: l’acqua in un cambio di regime alimentare aiuta a metabolizzare le scorie, pensate solo all’adozione di una dieta chetogenica e al ruolo importantissimo che riveste l’acqua in questo genere di approccio.
  • Tre: l’acqua svolge la funzione principale sul corpo che è quella dell’idratazione, e in una strategia volta al dimagrimento dicevamo che insieme alla riduzione dell’indotto calorico si accompagna sempre la somministrazione al corpo di attività fisica. E l’allenamento provoca attraverso la termoregolazione una perdita di liquidi che ovviamente deve essere ricostituita e questo è il ruolo dell’acqua.
  • Quattro: l’acqua riveste nell’ambito di una riduzione dei pasti/snack, una funzione illusiva.  E’ un hacking mentale che l’avere la bottiglietta nella borsa o sulla scrivania ci evita di affondare la pausa in uno snack ipercalorico e iponutriente e allora assumiamo un sorso d’acqua.

Come fare allora a dimagrire

Esaminati i motivi principali che a ragione fanno assumere all’acqua il ruolo di un ottima alleata in una strategia volta al dimagrimento e alla longevità, bisogna ricordarsi che il percorso che porta alla conquista di quella taglia, di quell’obiettivo di peso, di benessere, ecc… non si ottiene bevendo solo quel litro in più al giorno d’acqua.

Il messaggio che deve passare è che ogni processo ha bisogno di tempo, di adattamento, ma in primis di pianificazione. Perché senza un piano non si arriva a nessun risultato, anzi si continua a cambiare piano alimentare, dalla dieta dell’acqua a quella della banana, dai beveroni 3 kg in 3 giorni all’allenamento di 20 minuti, ecc…

Pianifica, scrivi, e inizia oggi.


Autore: Dr. Francesco Maglione

Laureato in Medicina e Chirurgia
Ha seguito atleti e team sportivi (ciclismo, triathlon, tennis)
Speaker e formatore scientifico sui temi del benessere
Ex consulente scientifico dei Blackwater (militari d’elitè USA)